Contro i nemici di sempre ( e non è solo calcio):

“Maledetta Juve, non sappiamo più come insultarti !”

Importante novità in libreria: edito da Magenes, nella collana ‘Voci dal Sud’, da alcune settimane è stato pubblicato ‘Maledetta Juve, non sappiamo più come insultarti’.

Scritta dal giornalista Paolo Trapani l’opera è definita “pamphlet ironico, per sfottere i non colorati, perché in Italia si fa il tifo per due Squadre: quella del cuore e quella che, di volta in volta, gioca contro la Juve”.

“L’idea nasce per scherzare ed ironizzare sul calcio – spiega l’autore – perché proprio il calcio è nel mondo un grande sentimento collettivo.

Nel libro ho raccolto post, slogan, striscioni, battute irriverenti e ironiche sulla Juve e gli juventini.

Inoltre ho messo insieme numeri e statistiche aggiornate su tutte le sconfitte e i flop sportivi dei non colorati”.

La Juve è in Italia la Squadra più detestata, il grande avversario da battere, e mette insieme oltre la metà di tifosi e sportivi che seguono il calcio.

Molti dei suoi trionfi e delle due vittorie spesso non sono molto trasparenti.

“Nel libro – sottolinea Paolo Trapani – ci sono vari casi di tifosi juventini eccellenti ma pentiti del credo bianconero. Esempi emblematici di come la Juve oggi sia fortemente messa in discussione.

Inoltre nell’opera pubblico una bella lettera di uno juventino doc, Gianluigi Paragone, che dopo il tracollo di Cardiff spiega come la Juve rappresenti un potere fortemente locale e provinciale e come nell’arena calcistica internazionale sia sfigatamente leggendaria per le 7 finali di Champions perse.

Un record assoluto e agonisticamente drammatico per i suoi risvolti ed il suo significato sportivo”.

L’opera di Paolo Trapani è un modo molto simpatico per raccontare il calcio e la rivalità sportiva.

Il calcio come la vita, in fondo, è un grande gioco del quale e sul quale bisogna sempre, necessariamente, scherzare ed ironizzare.

Pubblicato sul Roma dell’11 gennaio 2018

Verso Sud